Pubblicato: lunedì 28 aprile 2014

Un milione per far contare le buche sulle strade, consiglieri Pd «Scelta del Comune assurda»

Palermo - «Troviamo assurdo che il Comune spenda un milione di euro per contare le buche stradali» I consiglieri del Pd, Antonino Abbate e Serena Potenza, intervengono in merito a una delle voci contenute nel contratto di servizio tra Comune e Rap, approvato cinque giorni fa dalla giunta comunale, per la quale la nuova Amia si impegna a destinare dodici dipendenti al servizio di monitoraggio di asfalto e marciapiedi.

1989-buche-stradali

I dipendenti andranno a caccia di fossi da fotografare. «Si potrebbe fare una conferenza di servizi con le varie circoscrizioni – dicono Abbate e Potenza – che conoscono le problematiche legate ai territori, con l’ausilio di un tecnico, in modo totalmente gratuito».

Dopo aver contato e fotografato le buche, si penserà a ripararle. Rap infatti si impegna a risanare 400 mila metri quadri di asfalto, il Comune a pagare ogni metro quadro 14,50 euro, 46,90 euro a metro quadro invece per quanto concerne i marciapiedi. Ma i consiglieri del Pd fanno sapere che «non basta coprire la buca perchè fin adesso tutte quelle ricoperte dopo uno, due mesi sono riapparse – proseguono -. In alcune strade converrebbe rifare il manto stradale una volta per tutte in modo da evitare di spendere soldi inutilmente, salvo poi trovarsi punto e da capo. Nella città di Palermo in molte periferie ci sono strade che non vengono fatte da più di 20 anni».

Autore

-

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>