Pubblicato: mercoledì 2 aprile 2014

Lavoro, i Renziani attaccano: “E’ emergenza, la politica non stia in silenzio”

Palermo – “Apprendiamo la notizia che a Palermo chiude un’altra storica attività commerciale, il Bar Mazzara, lasciando 32 dipendenti senza posto di lavoro, ai quali si aggiungono i 40 licenziamenti annunciati dal Gruppo Randazzo. La campanella è ampiamente suonata” – dichiara valentina Falletta responsabile lavoro dell’esecutivo di Palermo e componente della direzione regionale PD – “è giunto il momento di interrompere i “siparietti” sul rimpasto del governo regionale, sulle nomine dei manager della sanità ed iniziare a concentrarci sui temi fondamentali, e quello dell’occupazione è indubbiamente il tema principale! Dovremmo” – continua Falletta – “discutere di innovazione sociale, di start up, di sviluppo, di regolamentazione chiara del settore ristorazione di Palermo ed invece ci troviamo bloccati su questioni che non interessano i cittadini siciliani ed il loro futuro”

1

“Palermo perde un pezzettino di se’ al giorno – evidenzia Dario Chinnici resp. Politiche cittadine dell’esecutivo di Palermo e componente della Direzione Regionale PD – il sindaco Orlando e la sua Amministrazione sono totalmente assenti. Negli ultimi 4 anni questa città ha perso 16 punti di pil, e se si considera che il 60% del pil e’ prodotto dal pubblico impiego, la crisi dell’imprenditoria privata appare chiara nella sua drammaticità: la perdita è pari al 45%.

“Odierno, è il grido di allarme  lanciato dal presidente del Fipe di Palermo Gigi Mangia – continua Chinnici – sul quale abbiamo il dovere di aprire immediatamente una discussione coinvolgendo le istituzioni, le parti sociali ed i sindacati,  C’è un’implosione del sistema di ristorazione di Palermo causata, anche e soprattutto, da una concorrenza sleale ed abusiva, e’ giunto il momento di smettere di chiacchierare ed iniziare a normare il settore”

“Ci troviamo nel paradosso che – concludono entrambi – mentre il governo nazionale accelera sulle grandi riforme istituzionali, sul Jobs Act,  sui contenuti,  Palermo è lasciata sola a se stessa ed invece di rilanciare sulla politica, ci limitiamo  a concentrare il dibattito sul rimpasto regionale piuttosto che sulle nomine dei manager della sanità. Per quanto ci riguarda ha fatto bene il governo regionale a procedere alle nomine, siamo stati troppo tempo fermi, adesso però si interrompa la rissa sulla giunta, perché quello delle poltrone è un argomento che non interessa alla Sicilia ed ai siciliani. Si ritorni a lavorare!”

 

 

 

Autore

-

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>