Pubblicato: sabato 22 marzo 2014

Pescara-Palermo 1-2: Dybala-Belotti, 4° sigillo di fila. Pagelle e Cronaca del match

Belotti Palermo Calcio

La trentesima giornata di Serie B consegna ai tifosi rosanero la quarta vittoria di fila, serie mai ottenuta in questa stagione, e permessa dalla verve del ritrovato Dybala e del ritorno al gol del giovane attaccante dell’Under 21, Belotti. I due gol del Palermo, intramezzati dal classico gol dell’ex, Beppe Mascara, che quando vede rosanero si trasforma.

Ma la vittoria del Palermo è meritata, sin dal primo tempo, quando i due davanti, Dybala e Vazquez, mettono in serie difficoltà la retroguardia pescarese con i loro movimenti continui dall’esterno verso l’interno e con le triangolazioni veloci, con il supporto immancabile di Barreto e Lazaar. Proprio il paraguaiano capitano del Palermo recupera palla nell’area della squadra allenata da Serse Cosmi, e la serve al centro, dove Dybala non può proprio sbagliare. Tutta la prima frazione di gioco è un dominio incontrastato della squadra di Iachini, con gli esterni del Pescara che non riescono mai a sfondare e con Sforzini stretto nella morsa di Milanovic, Munoz e Andjelkovic.

Nella ripresa si cambia musica, con il Pescara che entra con ben altro piglio, merito anche del doppio cambio effettuato da Cosmi: i due nuovi entrati, Cutolo e Mascara, mettono in difficoltà per dieci minuti la retroguardia del Palermo, fino al momento del pareggio, del solito Mascara. Il gol, c’è da dirlo, è viziato da un fuorigioco attivo di Sforzini. Ma i rosa non si scompongono e iniziano a spingere come nel primo tempo: merito anche dei cambi di Iachini, con Lafferty per Dybala e Belotti per Vazquez. Poi è costretto a lasciare il terreno di gioco anche Maresca per un colpo alla testa, accompagnato fuori in barella e all’ospedale di Pescara per accertamenti (al suo posto Ngoyi). Proprio Lafferty e Belotti iniziano la propria lotta personale con la retroguardia del Pescara, con il nord irlandese che sferra un sinistro al volo angolatissimo, sul quale Pelizzoli mette in angolo: dal calcio d’angolo, ancora battuto magistralmente da Barreto, nasce il gol vittoria, con un’incornata sotto l’incrocio del rientrante Belotti. Termina all’Adriatico, 2-1 per il Palermo, 4^ vittoria di fila e 9 punti di vantaggio conservati sulla seconda Empoli, +11 sulla terza, il Lanciano. Appuntamento a Martedì sera, turno infrasettimanale, contro il Siena in casa, toscani che senza la penalizzazione sarebbero a quota 52 punti al secondo posto in classifica, anch’essi lanciatissimi: verranno affrontati con una formazione un po’ diversa, vista la squalifica di Dybala, e la probabile assenza di Maresca in mediana.

Le pagelle del Palermo

Sorrentino 6,5 – Una sicurezza, sebbene poco impegnato dal Pescara. Incolpevole sul gol del momentaneo pareggio di Mascara

Munoz 6,5 – Bene per quasi tutta la partita, nelle chiusure e sulle palle alte, ma si fa sfuggire Maresca, in compartecipazione con Pisano, sul gol del Pescara

Milanovic 7 – Annulla praticamente per tutta la partita l’ostico attaccante del Pescara, Sforzini. Fa ripartire l’azione con efficacia

Andjelkovic 6,5 – Copre bene dal proprio lato, Cutolo nella ripresa lo mette in difficoltà, ma solo per il tempo necessario a prendere le misure

Pisano 6 – Nel primo tempo partecipa, bene, alla manovra del Palermo. Timido nella ripresa, colpevole con Munoz nel gol di Mascata

Bolzoni 6,5 – Solito frangi-flutti di metà campo. Indispensabile il suo apporto per l’equilibrio della squadra

Maresca 6,5 – Sembra più in palla rispetto alle ultime uscite, giostra come sa il pallone a metà campo. Esce per un colpo alla testa, in dubbio per il Siena. Ngoyi sv.

Barreto 7,5 – Stavolta, oltre al solito lavoro di copertura e ripartenza, il capitano del Palermo sfodera una prestazione di qualità, con due assist che portano altrettanti gol

Lazaar 6 – Talvolta si smarrisce, partecipa alla fase offensiva nel primo tempo, ma è puntuale anche in fase di copertura nella ripresa

Vazquez 7 – Uomo ovunque di Beppe Iachini: non solo in attacco al fianco di Dybala, ma anche in mediana a costruire gioco e in difesa a coprire con puntualità e senza buttare via il pallone. Ritrovato. Belotti 7 – Entra e lotta come un leone su ogni pallone, realizza uno splendido gol di testa e sfiora addirittura la doppietta personale in pochi minuti.

Dybala 7 – E’ ormai un attaccante ritrovato, e se inizia a fare anche i gol da rapace d’area di rigore… peccato per l’inutile giallo rimediato nel primo tempo che lo costringerà a saltare il Siena. Lafferty 6,5 – Innesca le consuete battaglie con i difensori, le prende e le restituisce, abile a vedere la porta come pochi: splendido il sinistro al volo che porta al calcio d’angolo che darà il vantaggio al Palermo.

All. Iachini 7,5 – La quarta vittoria di fila è figlia delle idee e delle intuizioni dell’allenatore rosanero. Indovina la formazione iniziale, indovina i cambi, cosa chiedere di più?

 

Autore

-

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>