Pubblicato: sabato 8 marzo 2014

Il coraggio di Franca Viola premiato dal presidente della Repubblica

961franca_viola_2Oggi potrebbe sembrare una storia tra tante, una vicenda normale che non creerebbe alcuno scalpore mediatico. Ma provate ad immaginare l’Italia di metà anni ’60, e ancora più precisamente la Sicilia di quegli anni. Il matrimonio riparatore, che faceva decadere di fatto l’accusa di violenza sessuale, era quasi all’ordine del giorno tanto da essere regolamentato nel codice penale. Nessuno ci prestava più di tanta attenzione nonostante era forte la discriminazione tra uomo e donna che sanciva un tale modello legislativo.Pensate, adesso, allo scalpore che deve aver suscitato una giovane 17 enne che si ribellò al matrimonio riparatore con l’uomo che l’aveva rapita e violentata… Il giovane Filippo Melodia, come se non bastasse, era anche nipote di un noto mafioso, Vincenzo Rimi, della cittadina alcamese e godeva quindi di un certo potere.

Probabilmente sostenuta da una famiglia che decise di starle a fianco invece di costringerla e da un allora giovane avvocato deciso a darle giustizia, il celebre Ludovico Corrao, Franca Viola ebbe diritto ad un processo che cambiò radicalmene un costume particolarmente consolidato come quello del matrimonio riparatore. I movimenti di opinione ne parlarono a lungo e qualche anno dopo dal codice penale scomparve quella clausola che vedeva le donne in quella posizione subalterna agli uomini, il matrimonio riparatore cessò di esistere.

Ancora oggi si continua a ricordare la storia di Franca Viola, soprattutto in giornate come l’8 marzo che dovrebbero celebrare proprio tali conquiste e non festeggiare presunte libertà fittizie, e proprio oggi il presidente della Repubblica Italiana ha deciso di insignire Franca Viola di un’alta onorificenza per premiarne il coraggio e l’importanza epocale.

Una donna, la signora Viola, che ha deciso di non fare della sua storia motivo di notorietà. Sempre molto refrattaria ad apparire pubblicamente ha ugualmente segnato una frattura nella storia delle donne italiane al punto da essere fonte di ispirazione per numerose opere letterarie e una cinematografica.

(Di Simona De Simone)

Autore

-

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>