Pubblicato: domenica 23 febbraio 2014

Palermo-Spezia 1-1, solo un pareggio per i Rosa: Pagelle e Cronaca.

tifosi calcioUn match che ha il sapore amaro per la compagine siciliana: un pareggio tra Palermo e Spezia, un 1-1 che sa tanto di beffa per come è maturato, a due minuti dal termine e dopo che la partita volgeva al termine.

Vero è che il Palermo ha ancora una volta dimostrato una certa penuria offensiva, troppo poco infatti il gol di Hernandez che ha aperto le danze. Poi, basta una folata offensiva degli avversari per gettare al vento 2 punti che potevano invece esser messi in cassaforte, fondamentali nel computo finale.

Dopo le vittorie delle dirette inseguitrici, in trasferta, e su un campo ostico (a Padova) l’Empoli, in casa e con una grandissima prova del capocannoniere del campionato cadetto Mancosu, il Trapani (Il Lanciano non va oltre il pari), adesso il Palermo guida il campionato con sole due lunghezze sui toscani e 5 punti sulle due sorprese del campionato di B.

PAGELLE PALERMO

SORRENTINO 6: Sempre puntuale, dona sicurezza al reparto e alla migliore difesa del campionato. Incolpevole sul gol.

MUNOZ 6: Dirige ottimamente la difesa, regge l’urto degli avanti di Mangia.

TERZI 5,5: Anche se un po’ impreciso in fase di impostazione (troppi i lanci lunghi imprecisi e gettati al vento), gioca con attenzione ed efficacia.

ANDELKOVIC 5,5: Imbattibile sui palloni alti, stavolta il difensore, ormai colonna dei rosanero, non dfodera la sua miglior partita. Un po’ disattento palla a terra.

DI GENNARO 6,5: Schierato a sorpresa e in un ruolo non suo, il fantasista sfodera una prova convincente, sia in fase propositiva che in fase di copertura. Inventa per il gol di Hernandez.

VERRE 5: (Dal 62’) Non riesce a incidere.

BOLZONI 6,5: Un vero e proprio mastino nel centrocampo di Iachini, lotta e ruba palloni come sempre.

BARRETO 7: Torna il solito Leone e capitano dei rosa. La mediana è il suo pane quotidiano, recuperare, mettere ordine, ripartire. Mette sempre l’anima non ammettendo pause.

STEVANOVIC 6: Bene sulla fascia quando c’è da offendere, offre anche una buona copertura e risulta il più imprevedibile dell’11 di Iachini. A volte pecca di egoismo, ma nel complesso una buona gara per il centrocapista ex Toro. VITIELLO: (dal 79’) s.v.

DAPRELA’ 7,5: Forse gli fa bene la concorrenza sana del nuovo acquisto Lazaar, il laterale sfodera una prestazione super, è uno dei migliori per tutta la partita, e l’assist per Hernandez è di quelli che fanno felici gli attaccanti.

PISANO: (dal 69’) 5: Non riesce a dare il suo contributo nella dase più delicata della partita. Copre bene, ma non spinge.

HERNANDEZ 6,5: In gran spolvero, realizza il suo 23esimo gol in campionato con un colpo di testa da vero numero 9. Nella ripresa cala alla distanza.

LAFFERTY 6,5: Lotta nella fase offensiva e in quella di copertura, corre per 3 e mostra un’abnegazione come in pochi attaccanti si vede. Gli manca solo il gol per coronare una buona prova.

IACHINI 6: Orfano di Maresca e Lazaar getta nella mischia Di Gennaro e Stevanovic, che risulteranno tra i migliori in campo. Il voto perde mezzo punto per non aver dato la scintilla ai suoi per chiudere il match.

di Ino Cusimano

Autore

-

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>