Pubblicato: lunedì 17 febbraio 2014

Cesena-Palermo 0-0, tutta grinta, i Rosa escono imbattuti anche in inferiorità numerica. Le pagelle

palermo calcioIl Palermo era chiamato ad affrontare uno dei match più ostici di questo periodo in Romagna. Dopo la trasferta empolese e dopo la vittoria risicata con il Padova (peraltro vittorioso oggi e in netta ripresa) al Barbera, la squadra di Iachini dona ai propri tifosi e alla Serie B tutta una prova di forza da ricordare: con un super Sorrentino e una difesa insuperabile gli umini di Beppe Iachini sfornano una prestazione da veri lottatori, gladiatori della serie cadetta.

Finisce a reti bianche il confronto tra i bianconeri di Bisoli e la squadra del Capoluogo siciliano, quest’ultima costretta a giocare oltre un’ora in 10 uomini e con la beffa, nel finale, di un rosso diretto (Perché?) nei confronti di uno dei veri leader in campo, Enzo Maresca.

La squadra si appoggia proprio all’esperienza dell’ex Sampdoria e Siviglia per resistere ai corposi attacchi del Cesena, con un trio di difesa insuperabile e un Sorrentino di ben altra categoria. Ma veniamo al campo.

Il Palermo parte con il 3-5-2 consueto, con novità dell’ultimo minuto, un Vazquez in forte ascesa e N’Goyi a fiancheggiare il nuovo acquisto invernale Enzo Maresca. Coppia d’attacco Lafferty-Hernandez confermatissima. Il Cesena, speculare su terreno di gioco ai Rosanero, ci prova sin dall’inizio, ma sono gli uomini di Iachini ad andare vicini al gol, specie sui calci piazzati, specialità della casa. Ma, dopo un’ammonizione neanche troppo evidente, Lazaar pecca d’ingenuità e lascia i compagni in 10 uomini già alla mezz’ora. Il forcing del Cesena si fa sentire, ma, anche nel secondo tempo il Palermo potrebbe trovare una clamorosa vittoria, se solo le gambe reggessero alla fatica. Finisce zero a zero, con il Cesena che finisce addirittura con 4 punte e il Palermo che perde Maresca per rosso diretto, comminatogli dal direttore di gara per un normalissimo fallo di gioco.

Alla prova di forza del Palermo non rispondono le vere antagoniste dei Rosa nella corsa alla promozione diretta. L’Empoli, sotto con il Carpi in casa, racimola solo un pareggio, l’ennesimo, l’Avellino crolla in casa 1-3 sotto i colpi del Lanciano, mentre il Trapani per poco non espugna il Granillo di Reggio Calabria (terminerà 1-1 con i reggini a inseguire). Il vantaggio è ancora di 4 punti dalla seconda, ma, se il Palermo non perde neanche in Romagna e in 10 uomini, e le altre non approfittano di questi mezzi passi falsi, la strada, per i Rosa, appare spianata.

Le Pagelle dei Rosa.

Sorrentino 7,5 – Di altra categoria, una vera saracinesca tra i pali e un leader in campo.

Munoz 7 – Una vera diga, insuperabile nei palloni alti, ma anche palla a terra.

Terzi 6,5 – Tiene bene il reparto, efficace.

Anjelkovic 6,5 – Conferma di essere in forma e regge bene l’urto del Cesena dalla sua parte.

Lazaar 4,5 – Troppo ingenuo, rischia di far crollare il fortino Rosanero con la sua espulsione.

N’Goyi 6,5 – Tanta sostanza e tanta corsa, proprio quello che gli chiede Iachini.

Maresca 7 – Il leader della metà campo, ha preso sotto braccio la squadra. Espulso ingiustamente nel finale.

Vazquez 5,5 – Non conferma i progressi delle ultime uscite. Daprelà 5,5 – Nullo in attacco, regge bene in fase difensiva.

Morganella s.v. – Costretto ad abbandonare il terreno di gioco troppo presto per infortunio. Pisano 5,5.

Lafferty 6 – Partita di tanto sacrificio, fa il suo. Barreto s.v.

Hernandez 6 – Viene arretrato sulla trequarti dopo l’espulsione. Si impegna tanto.

Iachini 7 – Se il Palermo è la migliore difesa del campionato, tanto si deve alla grinta del suo allenatore.

(Di Ino Cusimano)

 

Autore

-

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>